Tour settimanale

VAL D'EGA - GRUPPO DEL LATEMAR


Santuario di Pietralba - Corno Bianco

Dal luogo di pellegrinaggio al "canon altoatesino"

Punto di partenza: Santuario di Pietralba/Maria Weißenstein, 1451 m

Accesso carrozzabile: all'uscita Egna-Ora dell'autostrada del Brennero A22 proseguire per Egna e Montagna, seguire la SS48 fino all'indicazione "Zur Brücke/al ponte", indi a sinistra per Aldino e Petersberg fino al Santuario di Pietralba oppure dall'uscita Bolzano Nord dell'autostrada seguire la SS241 per la Val d'Ega al Santuario di Pietralba; parcheggio ivi.

Durata: 5.30 ore

Punto più alto: 2313 m

Dislivello: 862 m

Caratteristiche: escursione panoramica dal santuario ad una montagna dell'Alto Adige geologicamente interessante; ritorno per la gola del Rio d'Ora/Bletterbach, 2 ore in più; difficoltà media! Sono necessarie resistenza e buone condizioni fisiche!

Punti di appoggio: Ristorante al santuario; Malga M. S. Pietro; Albergo Jochgrimm, 1989 m

Carta: KOMPASS n. 74, 79, 699 (1:50.000); n. 074, 618, 630 (1:25.000).

Atlante: pagine 22

Attraverso la Val d'Ega per Nova Ponente, 1355 m, oppure da Ora per Montagna e Aldino si raggiunge il Santuario di Pietralba, 1521 m, luogo di pellegrinaggio tra i più noti e grandi dell'Alto Adige. Dalla piazza davanti al monastero andiamo verso la chiesa al negozio di souvenir, quindi a sinistra superando la fattoria e seguiamo il sentiero n. 2 in discesa. Allo steccato ci manteniamo sulla destra e camminiamo sulla strada di ciottoli verso la Malga M. S. Pietro, 1529 m (punto di ristoro), un gran pascolo nella valle Wintertal a nord del Corno Bianco. Superata la malga camminiamo attraverso i campi in direzione del Corno Bianco fino ai pressi del torrente Brantentaler Bach. Saliamo per il bosco rado fino a Neuhütt, 1791 m, dove si incontrano diversi sentieri.

Seguiamo il sentiero n. 1 ed attraversiamo i pendii orientali del Corno Bianco verso il Passo di Oclini/Jochgrimm.

A sinistra della seggiovia camminiamo sui pascoli presso l'Albergo Jochgrimm, 1989 m, su verso i pini mughi e con una facile arrampicata su blocchi rocciosi saliamo ripidamente al Corno Bianco, 2313 m. La posizione isolata offre un panorama senza eguali: Catinaccio, gruppo del Latemar, Alpi della Val di Non e le montagne della Val di Fiemme sono cosi vicini che pare toccarli.La normale strada di ritorno continua per il sentiero n. 5 oltre la cresta nord, scende incrociando altri sentieri e ci riporta al noto Santuario di Pietralba (5.30 ore).

Il ritorno attraverso la gola del Rio d'Ora/Bletterbach, di notevole interesse geologico, è riservato agli alpinisti tenaci! L'escursione si allunga così di 2 ore.